Fondazione Nicola e Vito Antonio Ruggieri - Scuola di Scienze Farmaceutiche per laureati in Farmacia e Chimica e Tecnologia Farmaceutiche
sabato 28 gennaio 2023 - ore 23:25
Se non visualizzi il filmato, scarica il Flash Player o autorizza la visualizzazione del contenuto bloccato.
email
password
   

403 - 11016011

IL RADIOFARMACO DALLA PROGETTAZIONE ALLA PRODUZIONE: FINALITĄ TERAPEUTICHE E DIAGNOSTICHE
25/06/2011
9 Ore
40 partecipanti
9


25 Giugno 2011 - ITELPHARMA RADIOPHARMACEUTICAL DEPARTMENT - Via A. Labriola, 39 RUVO DI PUGLIA (BA) - Ore 8.30




 Un radiofarmaco è un “medicinale che, quando è pronto per l'uso, include uno o più radionuclidi (isotopi radioattivi) incorporati a scopo sanitario”. Questa è la definizione, tratta dal Decreto Legislativo del 24 aprile 2006, n. 219, più appropriata e semplice. Dalla definizione emerge che un radiofarmaco è un medicinale e come tale presenta tutte le caratteristiche tipiche di un medicinale: qualità, efficacia e sicurezza. A queste tre caratteristiche comuni a tutti i farmaci vanno aggiunti due aspetti che rendono il radiofarmaco unico e lo differenziano dagli altri medicinali: la radioattività e la stabilità. La radioattività è alla base dell’azione terapeutica e diagnostica del radiofarmaco. Il razionale dell'uso dei radiofarmaci in terapia è che questi, una volta somministrati al paziente, si concentrano nei tessuti che presentano una patologia, li irradiano e li distruggono risparmiando, per quanto possibile, quelli sani. I radiofarmaci vengono usati in terapia perché emettono radiazioni in grado di dissipare tutta la loro energia in uno spazio molto piccolo (<1 cm); ciò permette una radioterapia metabolica selettiva e mirata. In diagnostica, invece, i radiofarmaci sono utilizzati per la loro capacità di raggiungere il target nel quale è in atto un processo patologico e di emettere radiazioni. Queste radiazioni sono, poi, captate da appositi strumenti diagnostici in grado di coadiuvare il medico. La radioattività limita la vita del farmaco in quanto i radiofarmaci hanno una stabilità che dipende dall’emivita del radionuclide. L’emivita è il tempo necessario affinché la metà degli atomi di un campione puro dell'isotopo decadano in un altro elemento. Risulta evidente che un radiofarmaco deve essere utilizzato subito dopo la sua produzione.


UNICA GIORNATA
I Modulo RADIOFARMACI: LEGISLAZIONE FARMACEUTICA ATTINENTE ____________________________________________ Officina Radiofarmaceutica: Dalla progettazione alla produzione di un radiofarmaco Dott. R. LaForgia; Dott. C. Monteleone
II Modulo RADIOFARMACI: LEGISLAZIONE FARMACEUTICA ATTINENTE ____________________________________________ Ciclo di Produzione del Radiofarmaco Dott. M. vacca
III Modulo RADIOFARMACI: LEGISLAZIONE FARMACEUTICA ATTINENTE ____________________________________________ Controlli di Qualitą Microbiologici su prodotto finito e sugli ambienti classificati Dott. N. Rutigliani
IV Modulo DIMOSTRAZIONE TECNICA A PICCOLI GRUPPI: TRAINING ON THE JOB ____________________________________________ Il Ciclotrone Dott. P. De Maio
V Modulo DIMOSTRAZIONE TECNICA A PICCOLI GRUPPI: TRAINING ON THE JOB ____________________________________________ La Produzione Dott. M. Vacca
VI Modulo DIMOSTRAZIONE TECNICA A PICCOLI GRUPPI: TRAINING ON THE JOB ____________________________________________ Il Controllo Qualitą Radiochimico Dott. N. Rutigliani
VII Modulo DIMOSTRAZIONE TECNICA A PICCOLI GRUPPI: TRAINING ON THE JOB ____________________________________________ Il Controllo Qualitą Microbiologico Dott. A. Riglietti
5

€ 5
32/40
Dott. De Ruvo CaterinaDott. pomarico annalisaDott. Tricarico Loredana
Dott. de moraes e silva tatianaDott. giovannelli giuseppinaDott. barile giovanna
Dott. antuofermo micheleDott. ciccarone danielaDott. SAMARELLI NICOLA
Dott. Ottolino CristinaDott. Gadaleta EmiliaDott. Cara Roberto
Dott. MASTRODONATO ARCANGELODott. barile irmaDott. valente oronzo
Dott. falconetti anna mariaDott. meo maria graziaDott. Tateo Giuseppe
Dott. LAUDADIO ANNADott. dell'ernia giuseppeDott. napoletano sabina
Dott. lorusso luciaDott. mascoli aldoDott. VOLPE LUCIA
Dott. mascoli meninaDott. PUTIGNANO ANTONIODott. Valente Luca
Dott. Padovano MargheritaDott. Campobasso Rosa MariaDott. Musio Stefano
Dott. Quatela AnnalisaDott. Morea Giuseppe Gaetano



UFFICI:
 via G. Devitofrancesco 4/C - Bari

ORARI DI APERTURA:
  • Lunedì: 15,00 - 17,30
  • Martedì: 15,00 - 17,30
  • Mercoledì: 15,00 - 17,30
  • Giovedì: 15,00 - 17,30
TEL UFFICI: 080 552.32.10
FAX: 080 542.16.83